Conclusa con successo la stagione 2011

E’ stata un’altra, grande stagione quella dell’International Rally Cup Pirelli 2011. Cinque gare internazionali – dal rally Valli Piacentine al rally del Taro, dal Rally del Casentino al rally Valli Cuneesi, con la chiusura al rally degli Abeti -, hanno dato vita ad una serie avvincente, carica di agonismo e di sport al massimo livello. Che si è decisa all’ultima gara, con un finale incerto fino all’ultima prova speciale.
Ad aggiudicarsi il titolo Irc Pirelli 2011 è stato il pilota vicentino Manuel Sossella, con Walter Nicola alle note, che hanno iniziato il campionato con la Subaru Impreza S14 Wrc, per passare, nelle ultime due gare, alla Citroen C4 Wrc. Sossella ha messo il sigillo su tre gare (Valli Piacentine, Valli Cuneesi e Abeti), ha bissato il titolo vinto nel 2010 e mette le mani sul ricco montepremi in denaro, caratteristica peculiare della serie Irc, montepremi distribuito non solo nella Assoluta, ma anche nelle varie classi.
Il duo bergamasco Devid Oldrati – Claudio Sora hanno reso difficile la vita a Sossella fino alla fine. Oldrati, con Guido D’Amore a fianco, con la Citroen C4 Wrc ha vinto il rally del Taro ed è rimasto in corsa grazie agli ottimi piazzamenti nelle altre gare, classificandosi secondo alla fine. Un po’ come ha fatto Claudio Sora, con Gianni Pina alle note, vincitore al rally del Casentino e tradito, proprio al decisivo rally Abeti, dal motore della sua Ford Focus Wrc, che ha dovuto accontentarsi della “medaglia di legno”. Un quarto posto che non premia adeguatamente il potenziale del pilota bergamasco.
Chi invece ha fatto vedere grandi cose, riuscendo a concretizzare la sua stagione con uno strepitoso terzo assoluto nella serie Irc 2011, è il veneto Eddi Sciessere, con Alex Rossi alle note, a bordo della Renault Clio Super 1600, con cui ha ovviamente dominato la classe e che ha fatto davvero volare. Quinto alla fine il bergamasco Stefano Capelli, con Elio Tirone a fianco, penalizzato da una uscita di strada al rally Abeti ma che si è aggiudicato la classe Super 2000 con la Peugeot 207, suo obiettivo stagionale e che prolunga la sua serie di titoli Irc.
Grandi sfide anche negli affollati Trofei monomarca, con il Trofeo Renault Clio R3C, e la relativa classe, preda di Matteo Giordano, il Peugeot 207 andato ad Alessio Beneventi, il Corri con Clio appannaggio di Nicoli, il Trofeo Renault Twingo R2 conquistato da Paolo Amorisco. A Fiorese invece è andato il titolo nel Challenge Forze di Polizia.
Titoli di classe per il trentino Tabarelli, per Longo, per Fugazza, per Castagnoli, per Palmieri, per Guidi, per Paola Fedi nel Femminile, per Bergo nella Under 25 Trofeo Flavio Guglielmini.
Va dunque in archivio la stagione numero dieci dell’International Rally Cup. Una avventura partita nel 2002 per iniziativa di un pugno di appassionati e capaci organizzatori, diventata oggi una delle realtà più vivaci e di successo del panorama rallistico nazionale: una media di ben oltre 100 partenti a gara, con punte oltre i 150 equipaggi in alcuni rally, oltre settanta iscritti (paganti…) alla serie, un parco macchine di alta qualità, con tanti bei nomi tra i migliori piloti “gentleman” d’Italia, una copertura mediatica che ha dato visibilità e risonanza agli eventi sportivi Irc, sia in televisione che sulla carta stampata e sul Web.
Lo staff dell’Irc è già la lavoro, instancabilmente, per perfezionare l’edizione 2012 del campionato. Che promette di ripresentarsi con una veste più accattivante e attraente che mai…
In attesa di saperne di più, un buon anno a tutti.

Send a Comment