IRC 2017: LUCA ROSSETTI (SKODA FABIA) CAMPIONE IRC PIRELLI 2017 AL RALLY COPPA VALTELLINA. TUTTI I CAMPIONI IRC

LUCA ROSSETTI (SKODA FABIA R5) DOMINA IL 61° RALLY INTERNAZIONALE COPPA VALTELLINA E SI AGGIUDICA IL TITOLO INTERNATIONAL RALLY CUP 2017.
ALESSANDRO RE (FORD FIESTA WRC) E’ SECONDO IN GARA E IN CAMPIONATO, DAVANTI A LUCA PEDERSOLI (CITROEN C4 WRC)

Sondrio. Un avvio senza forzare, nelle prime quattro, corte prove speciali del venerdì, poi un affondo nei primi impegni cronometrati del sabato, per vedere la reazione degli avversari. Luca Rossetti, con la Skoda Fabia R5 DP Autosport e Mirko Franzi alle note, passato così in testa al 61° rally Coppa Valtellina, ultimo appuntamento del campionato International Rally Cup Pirelli, ha capito che poteva portare in bacheca, insieme al titolo IRC 2017, obiettivo principale della sua stagione, anche il terzo successo sulle strade divenute per lui di casa. Così è stato e alla fine Luca Rossetti ha festeggiato, felice, il doppio successo, completando un poker di vittorie nelle quattro gare del calendario IRC 2017.
Rossetti, sedicesimo vincitore assoluto della serie IRC, successo ottenuto con Eleonora Mori alle note nei primi tre successi di quest’anno, iscrive il suo nome nell’Albo d’Oro del campionato “confederato”, e dall’alto dei suoi tre titoli Europei rally (unico a vantare un tale palmares nella serie continentale) e di un Tricolore rally, dà lustro ad una storia IRC che vede, tra i suoi grandi campioni, anche il compianto “Pucci” Grossi e Franco Cunico.
Il podio finale del rally Coppa Valtellina, ed insieme quello conclusivo della serie IRC, hanno dovuto attendere l’ultima prova speciale per vedere la loro composizione. Alessandro Re, con Ciucci alle note, a bordo della Ford Fiesta WRC HK Racing, ha saputo raccogliere, con grinta, decisione e un pizzico di coraggio, un inaspettato regalo della sorte. Quando Luca Pedersoli e Anna Tomasi sembravano, infatti, avviati a raccogliere il secondo posto al “Valtellina”, che avrebbe significato per loro, balzare al secondo posto finale anche in campionato IRC, sulla penultima prova speciale, uno striscione raccolto in una piccola divagazione ha avvolto, incredibilmente, il parabrezza della loro vettura. La concitazione del momento, la sosta obbligata per toglierlo, la ripartenza sono costati oltre 30 secondi e la discesa al terzo posto a 2”7 da Alessandro Re.  Al via dell’ultima, lunga ben 28 km, speciale, Re e Pedersoli si sono affrontati a viso aperto. Ed è a questo punto che Alessandro Re ha dato fondo a talento e cuore. Riuscendo a vincere la prova speciale, che era anche Power Stage, e conquistando così la piazza d’onore in gara e soprattutto nella classifica assoluta finale IRC.
Luca Pedersoli, debuttante di lusso in questa serie, può tranquillamente recriminare contro la sfortuna. Di certo ha raccolto, alla fine, meno di quanto avrebbe meritato, per quanto fatto vedere “sul campo”, ma di sicuro un campione come lui troverà gli stimoli per riprovarci il prossimo anno. Come ha anticipato lui stesso all’arrivo del “Valtellina”. Anche Andrea Crugnola si aspettava di più dal suo campionato IRC. Sfortunato in Casentino, il pilota della Ford Fiesta R5 HK Racing che condivide con Ferrara, è incappato al Coppa Valtellina in un banale “dritto”, costato tantissimo. Un ritiro pesante che lo ha fatto precipitare, da papabile per il podio, al quinto posto finale della serie IRC. Preceduto, nella classifica finale IRC Pirelli, da Giacomo Scattolon (Skoda Fabia R5), autore di un finale di stagione in crescendo.

LE CLASSIFICHE DI CLASSE

Classe WRC: Alessandro Re primo in campionato con il successo al Coppa Valtellina
Porta a casa la vittoria di classe finale nella prestigiosa Classe WRC Alessandro Re, che somma al secondo posto assoluto. Alle sue spalle Luca Pedersoli, con il podio completato da Andrea Dal Ponte (Ford Fiesta WRC), assente al rally Coppa Valtellina, seguito da Roberto Cresci (Ford Fiesta WRC), anche lui non schieratosi al via nell’ultima gara..

Classe R5: domina Luca Rossetti
Con il quartetto di vittorie in campionato, è ovviamente Luca Rossetti, (Skoda Fabia R5), il campione di Classe, oltrechè assoluto. Con il quarto posto assoluto e secondo di classe al rally Coppa Valtellina, segno di un aumentato feeling con la Skoda Fabia Pa Racing, Giacomo Scattolon conquista la piazza d’onore finale di classe, superando Andrea Crugnola, che scivola al terzo posto conclusivo.

Classe Super 2000/K11: Luca Balbo terzo successo al Coppa Valtellina e campione di Classe
Ruolino di marcia travolgente per Luca Balbo, in coppia con Lorena Boero, che con la Peugeot 207 S2000 Balbosca, ha vinto anche al Coppa Valtellina, come al Taro e al Casentino, conquistando il titolo di Classe.  Bernd Zanon, anche lui su Peugeot 207, ha ingaggiato con Balbo un duello serrato, al Coppa Valtellina, prima di uscire di strada. Patrizia Perosino, anche lei ritirata per un principio di incendio della Peugeot 207, vedeva così comunque confermato il suo secondo posto finale in campionato, mentre Claudio Conforto Galli (Skoda Fabia), sulle strade di casa, riusciva a risalire al terzo posto, a spese di Zanon.

Classe R3C/R3T/S1600: Michele Rovatti campione di Classe e nel Trofeo Renault
Talento e astuzia. Ha dovuto dare fondo ad entrambe queste risorse Michele Rovatti, in coppia con Valentina Catone, per avere ragione, in questa stagione, della irriducibile resistenza di Marco Asnaghi, in coppia con Castelli. Nella Classe IRC, all’interno della quale si articola il Trofeo Renault Clio R3C, i due si sono affrontati a viso aperto per tutta la stagione, con duelli spesso sul filo del decimo di secondo. Al Coppa Valtellina, Rovatti ha dato la zampata vincente nella penultima speciale, superando Asnaghi di 3”3. Distacco finale congelato dalla sospensione dell’ultima, lunga prova speciale. Che ha consegnato titolo di Classe IRC e e nel Trofeo Renault a Rovatti, lasciando l’amaro in bocca ad un comunque velocissimo Asnaghi. E al Coppa Valtellina anche Gianluca Tosi, che conferma il suo ruolo di terza forza della Classe, ha viaggiato su tempi di tutto rilievo.

Classe R2B: Marcello Razzini vince tutto, Coppa Valtellina, Classe IRC e Trofeo Peugeot 208 Rally
Ha suggellato i due titoli con una vittoria al rally Coppa Valtellina mai in discussione. Marcello Razzini, con Marcomini alle note, torna da Sondrio con il titolo nella affollata Classe IRC e con la aritmetica certezza di essere il campione, con una gara di anticipo, del Trofeo Peugeot 208 Rally.
Al rally Coppa Valtellina, Gabriele Cogni, il rivale più competitivo di Razzini, almeno nella prima parte della serie IRC e nel Trofeo Peugeot, si è complicato la vita, già nelle prime battute di gara, con un testacoda in cui ha lasciato circa 35”, senza poi trovare il modo di ricucire lo strappo. Il testimone di inseguitore di Razzini così è rimasto nelle mani del giovane Tommaso Ciuffi, che sull’onda di ottimi tempi in prova speciale, ha concluso secondo il rally Coppa Valtellina, senza però riuscire a scavalcare Cogni al secondo posto finale dei due campionati.
Nel Trofeo Renault Twingo, il varesino Paolo Comendulli, con Marika Guerra alle note, è il campione 2017.

Classe N3/R2C: Moreno Cambiaghi campione di Classe, Stefano Marangon nel Corri con Clio
Vincitori diversi, per la variabile della diversità di punteggio e di coefficiente, tra la Classe IRC e il Trofeo Corri con Clio.
Sulle strade di casa, Moreno Cambiaghi, con Lara Cerè a fianco, non si lascia sfuggire la vittoria e, grazie anche ad alcuni ritiri tra i pretendenti al titolo, balza dal sesto posto di classe della vigilia del rally Coppa Valtellina, al primo posto, a pari punti con Stefano Marangon, ma è campione di Classe per la discriminante. Passando indenne anche da un reclamo post gara, respinto dai Commissari Sportivi. Ritirati Giacomo Gugliemini, leader della classifica di Classe prima del Coppa Valtellina e Mattia Targon, secondo in classifica di campionato, incappato in una uscita di strada nell’ultima gara.
Stefano Marangon, con Biraghi alle note, si consola ampiamente con il titolo 2017 nel Trofeo Corri con Clio, e precede Giacomo Guglielmini e Moreno Cambiaghi.

Classe R4/N4/R3D: Milko Pini vince al Coppa Valtellina ed è campione IRC di Classe
Ha avuto dell’incredibile l’andamento della gara in questa Classe IRC. Milko Pini, in coppia con Pellegrini, leader della classifica dopo le prime tre gare e Walter Lamonato erano i due contendenti. Già al pronti via entrambi accusavano gravi problemi alle vetture, trascinati per alcune prove speciali. Il ritiro di Lamonato chiudeva il discorso campionato in favore di Pini, già comunque ampiamente in testa alla serie, con quest’ultimo che riusciva anche a tagliare il traguardo del rally Coppa Valtellina e a festeggiare sul palco.

Classe A8/RGT/FGT/A7: Santini e Crozzoli ritirati al Casentino, nulla cambia in campionato.
Alessio Santini, con Susanna Mazzetti alle note (Renault Clio Williams), con una sola partecipazione al Campionato, si aggiudica il titolo di classe per la discriminante, mentre Marco Crozzoli (Opel Astra), paga le conseguenze di una stagione poco fortunata, con ritiri in serie per problemi meccanici.

Classe K10/A6/R1T/A5/A0: Longo vince al Coppa Valtellina, Ancillotti è campione in Classe IRC
Sono i fratelli Lorenzo e Cosimo Ancillotti, con la Citroen C2 Kit i campioni IRC 2017 in questa “pluriclasse”. Primi al Lirenas e al Taro, è stato sufficiente un secondo posto al rally Coppa Valtellina per spuntarla, per soli due punti, su Marco Longo (Peugeot 106), al quale non è bastata la vittoria nell’ultima gara.

Classe N2/N1/N0/R1A/R1C: Casagrande fa suo rally Coppa Valtellina e titolo di Classe IRC
E’ stata una delle Classi IRC a maggior tasso di competitività. E di … Daniele, dato che tutti e tre i piloti sul podio portano questo nome. L’ultima gara, il Coppa Valtellina, ha rivoluzionato in profondità la classifica. Con la vittoria nell’appuntamento conclusivo, Daniele Casagrande, con Mattias Conci alle note, risale dal terzo al primo posto e conquista il titolo IRC di Classe. Daniele Campanaro, secondo al Coppa Valtellina, si conferma secondo alla fine del campionato, mentre il ritiro nell’ultima gara fa precipitare Daniele Silvestri dal primo all’ultimo gradino del podio IRC 2017.

Classe R1A (Trofeo Twingo): Caserza campione quasi in solitaria …
Gianluca Caserza, con Erika Badinelli alle note, chiude con quattro vittorie su quattro gare il suo campionato IRC e nel Trofeo Twingo. In solitaria o quasi, dato che unico rivale, a punti solo al rally del Taro, è stato Marco Severi.

Classifica Femminile: Corinne Federighi è la campionessa IRC 2017
E’ Corinne Federighi (Renault Clio R3C), con al fianco l’esperta Monica Cicognini, la campionessa IRC “rosa” 2017, che centra il suo secondo titolo importante in due anni, dopo il prestigioso alloro nel CIR Femminile dello scorso anno. La leader della serie, quando era già in testa alla classifica femminile del Coppa Valtellina, ha visto fermarsi per guai meccanici sia Patrizia Perosino (principio di incendio alla Peugeot 207 S2000) che Bea Calvi (rottura del motore della Peugeot 208 R2B).

Classifica Under 25: Kim Daldini primo tra i “giovani” e nel Trofeo Renault R3T
Lo svizzero Kim Daldini (Renault Clio R3T) è il campione tra gli Under 25 della serie IRC 2017, classe con molti partecipanti, che aggiunge al titolo nella Classe R3T, invero poco affollata. Secondo tra gli Under 25 si piazza Tommaso Ciuffi (Peugeot 208 R2B), con Corinne Federighi (Renault Clio R3C) a chiudere il podio

Classifica Forze di Polizia: Walter Lamonato vince il Campionato
Walter Lamonato, con Angeli a fianco, (Mitsubishi Lancer Evo IX) è il campione nella particolare classifica riservata alla Forze di Polizia, nonostante il ritiro nella gara conclusiva. Lamonato precede Davide Giordano, che aveva vinto al rally Lirenas e Giovanni Giaquinto, questi ultimi due assenti all’ultimo appuntamento al Coppa Valtellina. Il titolo sarebbe potuto andare a Marco Crozzoli, unico superstite tra gli iscritti al “Polizie” al “Valtellina”, che però è incappato in uno sfortunatissimo ritiro, nel trasferimento finale verso il traguardo …