IRC 2017: CRESCE IL MONTEPREMI, NOVITA’ NELLE CLASSI IRC, I TROFEI NELL’IRC E CODICE ETICO

CRESCE IL MONTEPREMI 2017 DELL’ INTERNATIONAL RALLY CUP, CHE SFIORA I 240 MILA EURO
E RAGGIUNGE I 340 MILA EURO CON I PREMI DEI TROFEI RENAULT E PEUGEOT.
NOVITA’ NELLE CLASSI IRC E CODICE ETICO

E’ una nuova sfida quella che lancia l’International Rally Cup 2017. E lo fa rilanciando anzitutto sul montepremi, già il più alto in assoluto tra tutte le serie tricolori, alzando l’asticella fino alla cifra davvero record di quasi 240 mila euro. Che sale fino a 340 mila euro se sommiamo i premi messi in palio dai Trofei Renault e Peugeot, che si articolano all’interno della serie IRC, di nuovo “gommata” Pirelli.
Come già noto, saranno quattro gli appuntamenti del calendario IRC 2017, con due gare confermate, rally Internazionale del Taro (20/21 maggio) e rally Internazionale del Casentino (7/8 luglio), mentre due sono le “new entry” della serie, con il rally Internazionale Lirenas (8/9 aprile), che sarà l’apertura del Campionato e il rally Coppa Valtellina Internazionale (22/23 settembre) che invece chiuderà la serie IRC 2017, con un coefficiente maggiorato, in fase di studio.
Molte le altre novità che riguardano al serie IRC 2017, le più importanti delle quali relative alle Classi Irc e all’introduzione di un Codice Etico nel Regolamento.

MONTEPREMI 2017 E VARIAZIONI NELLE CLASSI IRC: LE PRINCIPALI NOVITA’
Nasce la Classe World Rally Car, finora “inglobata” nella Assoluta, con un proprio, importante montepremi per i primi due in Campionato di 20 mila e 10 mila euro, insieme all’invito al Motor Show di Bologna 2017.
Identico, ricco montepremi viene messo in palio nella Classe R5, ed entrambi questi premi sono cumulabili con quello ottenuto nella Classifica Assoluta IRC 2017, che prevede 25 mila euro al primo, 15 mila al secondo e 10 mila al terzo. Il che significa che il primo assoluto alla fine della serie IRC 2017, se fosse anche primo di Classe WRC o di Classe R5, porterebbe a casa ben 45 mila euro. Un premio che rappresenta un record mai raggiunto da nessun campionato.
Altra novità è l’introduzione della Classe R3C/R3T/Super 1600, con un montepremi che sale a ben 13 mila euro per il primo, 7 mila euro al secondo, 4 mila al terzo e 1,5 mila euro al quarto. Per il primo nella Classe R3T è previsto un ulteriore premio di 5 mila euro (se nella classe ci saranno più di cinque iscritti).
Faranno Classe a sé, con montepremi dedicato, la Classe R1A (Trofeo Twingo), la Classe R1B e la Racing Start (in tutti i casi con più di tre iscritti alla serie IRC), mentre torna la Classifica Femminile che prevede, con più di tre equipaggi iscritti, premi al primo e secondo rispettivamente di 6 mila e 3 mila euro.
Confermate, in linea di massima, rispetto al 2016, le altre Classi IRC e la validità per il Campionato delle Forze di Polizia, con relativo montepremi.
Classi IRC e montepremi completo verranno pubblicati, insieme al Regolamento 2017, sul sito web www.ircup.it, attualmente off line e lo sarà ancora per qualche giorno, poichè in fase di rivisitazione e manutenzione.

CONFERMATI I TROFEI RENAULT, TORNA IL TROFEO PEUGEOT
Proseguendo una proficua collaborazione che dura ormai da varie stagioni, è stata confermata la presenza dei Trofei Renault, nell’ambito della serie IRC, anche per il 2017. Fitta l’offerta proposta, in cui sbarca per la prima volta Il Trofeo Twingo R1 IRC, oltre ai confermati Trofeo R3 IRC (a cui potranno gareggiare sia la Clio R3T, sia la R3C) ed il Trofeo Twingo R2, sempre spalmato sulle quattro gare in programma per questa edizione, in cui è presente anche il Corri Con Clio N3.
Torna Peugeot nella serie IRC, con il Trofeo Peugeot Rally 208, con le 208 R2B gommate Pirelli affronterà le quattro gare I.R.Cup, con accesso agli “over” oltre che ai conduttori “junior”. Ricco il premio finale che prevede, per i primi tre classificati a fine stagione, una dotazione completa di pneumatici Pirelli: il vincitore ne avrà a disposizione cinquanta.

CODICE ETICO IRC: C’E’ UNA NUOVA NORMA DISCIPLINARE
E’ stata inserita nel Regolamento IRC 2017 una nuova norma, alla cui osservazione sono tenuti concorrenti e conduttori iscritti alla serie. La illustra Loriano Norcini, Coordinatore della serie IRC: “Con il nuovo articolo 11 del Regolamento, è richiamato l’impegno a partecipare con lealtà, correttezza, dignità e decoro, per salvaguardare la propria reputazione e l’immagine della IRC Sport, evitando comportamenti che possano lederle. In caso di violazione delle norme sportive e comportamentali prevista dal RNS ACI e in presenza di sanzione da parte del Collegio dei Commissari Sportivi, c’è la possibilità di venire esclusi dalla serie IRC con perdita immediata dei punti e della tassa di iscrizione. IRC Sport si riserva anche il diritto, anche senza provvedimenti da parte del Collegio, di irrogare, per i casi sopra accennati, sanzioni che possono andare dalla perdita dei punti gara fino alla esclusione dalla serie IRC”.